Ali Agca risponde al Presidente della Commissione

Gentile Dottore, la Commissione che mi onore di presidere è venuta a conoscenza della volotà espressa per il Suo tramite, dal signor Ali Agca, di essere ascoltato in merito alle vicende oggetto della inchiesta. In particolare il signor Agca sostiene di essere in piossesso di “prove documentali indiscutibili che dimostrerebbero come il complotto su Emanuela Orlandi e Mirella Gregori sia stato organizzato soltanto per ottenere la mia liberazione”.

La suddetta richiesta di audizione, formulata, perlatro, in modo irrituale, in quanto non ufficialmente trasmessa agli uffici di ssegreteria della Commissione, non risulta adeguatamente argomentata.Le sarei grato pertanto se il signor Agca potesse, per il Suo tramite, meglio chiarire le ragioni a sostegno di tale istanza, precisando specificatamente i motivi e gli elementi oggettivi e l’eventuale documentazione in suo possesso che potrebbero essere di interesse per l’attività di inchiesta che la Commissione sta svolgeto.

Cordiali saluti

F.to Andrea De Priamo